soldi, sempre soldi

Per una che è nella mia condizione di depressa/disperata tutto sembra un appiglio. Sono come quelli che non sanno nuotare. Mi attacco a qualsiasi cosa possa offrire una soluzione, una “guarigione”, un ritorno alla vita da una “non-vita”. La mia vita attuale è una sopravvivenza, a tratti mio malgrado, a tratti alla confusa ed affannosa ricerca di qualcosa che mi tiri via da queste sabbie mobili.

E allora eccomi a comprare riviste che prima aborrivo, come quelle di Morelli, a sentir lui sembra tutto facile, tutto dentro di noi. Il punto è che io non trovo me stessa e quel tipo di rilassamento non riesco a farlo. Ho letto anche che bisogna accogliere le emozioni, anche quelle negative perchè da quelle si rinasce. Allora io dovrei stare benissimo e sembrare una bimba. Invece sembro una vecchia e continuo a perdere peso.

Ho preso anche la rivista Psychologies, che parla di un corso di 8 giorni (!) in cui uno si libera dalla depressione e ritrova sè stesso, anzi scopre chi è il vero io. Affamata come una che è stata all’isola dei famosi, mi precipito sul sito per capire, leggere, magari iscrivermi. Il corso è a Padova, stanziale, 8 giorni, quindi o lo faccio ad agosto o nulla, già il mio lavoro è in bilico ora, figuriamoci se chiedo 8 giorni di ferie che non ho. Costo del corso: qualcosa di più di 2000,00 euro…. Più l’albergo, ovvio. Allora guarisce solo chi può? io posso affidarmi solo alle mie pillole e alla asl, sono destinata a rimanere in questa condizione per sempre?

 

soldi, sempre soldiultima modifica: 2008-12-15T12:57:00+01:00da menoveleno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento