Ritorni

Sono tornata al lavoro. Il paese è brutto come sempre, le colleghe fredde e odiose come sempre, i genitori altrettanto, come se in questo mio periodo di assenza io fossi stata a divertirmi, ma certo non mi aspettavo nulla di diverso. L’unica cosa che si salva sono i bambini, fin tanto che gli adulti li lasciano essere tali. Sono tornata in palestra, in piscina e, diciamo, a tutte quelle attività che facevo prima, prima che Sandro mi lasciasse. L’unica cosa che non tornerà nella mia vita è lui. Il suo silenzio è assordante, non credevo fosse così, l’uomo che ho conosciuto ed amato non era così, o forse, anzi certamente, io di lui non avevo capito nulla. Cosa mi manca di lui? La sua presenza, la sua pelle, il fare l’amore con lui. Mi sono ripiegata in me stessa e da allora non riesco più a godere, non so se dipenda solo dalle pillole… Controllo la posta di tanto in tanto, ma non c’è nulla. Non so dire se speri qualcosa, forse sì, forse voglio convincermi che tra di noi c’è stato davvero qualcosa che non possa finire così. Forse è questa la vittoria che mi manca.

Ritorniultima modifica: 2009-01-10T09:58:30+01:00da menoveleno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento