atteggiamenti mentali

Le feste stanno per finire (thank God) e pare che le mie pillole abbiano qualche effetto. Sarà anche perchè sono da mia mamma, lontano da tutto quello che mi è successo, ma riesco, per qualche breve minuto a non pensare a lui. Riesco però a pensare che tra una settimana dovrei tornare a lavorare, con delle colleghe che hanno fatto … Continua a leggere

soldi, sempre soldi

Per una che è nella mia condizione di depressa/disperata tutto sembra un appiglio. Sono come quelli che non sanno nuotare. Mi attacco a qualsiasi cosa possa offrire una soluzione, una “guarigione”, un ritorno alla vita da una “non-vita”. La mia vita attuale è una sopravvivenza, a tratti mio malgrado, a tratti alla confusa ed affannosa ricerca di qualcosa che mi … Continua a leggere

natale

No, tranquilli, non è lo spot natale/pasquale, anche se è la cosa più carina che passa nella tv generalista in questo periodo (?). Personalmente non amo il natale, non sono credente, anzi non sono più credente da circa 20 anni, non ho più fede, nè speranza, nè carità, perchè ho imparato a mie spese quanto dio o gesù bambino che … Continua a leggere

Pel di carota

Per chi ha tanto tempo come me da tentare di far passare, la televisione è una risorsa importante, in quanto ti rimbambisce quel tanto che basta per evitare di rimuginare sui tuoi fallimenti, sui tuoi pensieri più cupi. In realtà a me non piacciono i programmi di intrattenimento, mi irritano, così come i quiz. Fosse per me la tv sarebbe … Continua a leggere

ti odio

Mi capita leggere i blog degli altri. Sono così trendy, cool, pieni di neologismi che fatico a capire, sarà che ho 40 anni, sarà la mia depressione, ma certe volte mi sfugge il punto, Sfrondando, sfrondando trovo aria fritta e beatificazione di sè stessi. Io uso questo spazio per riempire una parte della mia giornata che il mio malessere fa … Continua a leggere