Anno nuovo?

Che cosa ci sia di nuovo ogni anno non saprei a parte un numero. Il divertimentificio e la commozione obbligatoria di questo periodo non mi conoscono più ormai da anni, ma il giro di boa esiste e bilanci, proposizioni e intendimenti comunque affollano la mente. Io mi sento vecchissima e sento di non dovermi aspettare più nulla per il futuro. … Continua a leggere

25 dicembre

Natale con i tuoi. Significa mangiare fino a non poterne più. Qui da mia mamma pensavo di recuperare, di mettere in cantina vecchi pensieri e trovarfe forza per il futuro. Trovo rimpianti e certezze che niente sarà più com’era e che certe sensazioni non le proverò mai più. La mia vita emotiva finisce a 40 anni. Sono vecchia, mi sento … Continua a leggere

strategie

Dopo aver esaurito tutti i tipi di masturbazione mentale ieri e mi trattengo sulle parole volgari, dopo essermi accusata di tutto ed il contrario di tutto, ho messo in piedi una strategia. Non apro più la casella di posta così non mi demoralizzo se non c’è nulla, e non mi distruggo se lui mi scrive che non sopporterebbe di ricominciare … Continua a leggere

mi piango addosso

Lo so, mi piango addosso. Il mio lobo prefrontale non è abbastanza allenato da impedire ai pensieri intrusivi di farmi del male e mettermi in un circolo vizioso. Poi ci si mette anche il cel. Stamattina ha suonato per segnalare che era il tuo compleanno. Un memo inserito chissà quanti mesi fa. Oggi è il tuo compleanno. L’anno scorso ti … Continua a leggere

canzoni

Ho dormito poco e male. Svegliata peggio. In testa due canzoni. Immagino per un motivo. La prima di Tiromancino la seconda di Raf e dire che io non amo particolarmente questo genere di musica… Le incomprensioni sono così strane sarebbe meglio evitarle sempre per non rischiare di aver ragione ché la ragione non sempre serve. Domani invece devo ripartire mi … Continua a leggere

la forza che hanno

Non un segno, non un segnale. Eppure lo sai che sto male, che sto male… Ma tua moglie soffre e ha bisogno di te. E io cosa sono stata per 4 anni? Il tuo giocattolino? La tua bambola gonfiabile? E’a me che raccontavi che avevi paura di morire, il grand’uomo per la prima volta, aveva paura. Era tra le mie … Continua a leggere