da non crederci

Non ci posso credere! lo hai fatto ancora. Ancora una volta tua moglie, la santa, sospetta e te mi tagli. Ma è colpa mia, solo mia. Una volta chiuso non avrei dovuto lasciare un pertugio aperto. Quello che è doloroso e comico allo stesso tempo è che hai rispettato tutti i clichè del marito fedifrago, tutti. Sei un uomo da … Continua a leggere

ritorni a metà

Ci siamo visti. Lui trafelato, io sicura di me (in apparenza). Abbiamo fatto l’amore, forsennatamente, senza chiudere la porta, senza spegnere la luce. Gli ho chiesto di spogliarmi, di farmi sentire le sue mani, la sua lingua, il suo sesso, ancora ancora ancora. Ho goduto, urlato, ho chiesto di darmelo, così esplicitamente, di farmelo sentire, chiamandolo con il suo nome. … Continua a leggere